Nikola Tesla genio incompreso

.

Per molti anni, i libri di testo hanno scritto che i benefici della luce e dell’elettricità ci sono stati dati da Thomas Edison, mentre un genio le cui tecnologie innovative di Nikola Tesla che hanno sorpreso e continuano a stupire il mondo sono relegate in qualche scaffale.

Nikola Tesla (10 luglio 1856 – 7 gennaio 1943), forse più di chiunque altro, ha ribaltato questo approccio, ma la sua ricerca pionieristica nel campo dell’elettricità è solo una parte delle innovazioni scientifiche e tecniche che possono essere scritte nel pantheon delle divinità scientifiche.

Tesla ha ampliato e rivoluzionato il lavoro dei suoi predecessori ma, produrre bella musica non è abbastanza per diventare un idolo del rock, così nella scienza, per diventare un idolo, hai bisogno di qualcosa di più di scoperte innovative e macchine straordinarie. Una figura deve possedere aspetti intriganti qualità come eccentricità, visionarietà e sete di dedicarsi a tutta la scienza e al suo lavoro. Nikola Tesla era proprio una persona del genere.

Vide il potenziale

in un’epoca in cui, quando scienziati e ingegneri costruirono i loro imperi commerciali sulla base di una o due scoperte, l’attenzione di Tesla non si discostò mai dal suo lavoro. Era prolifico e talvolta povero.

A differenza di Edison, non ha lavorato sulla reputazione pubblica, ha pubblicato le sue scoperte e non ha costruito un impero commerciale. In generale, il suo lavoro è andato oltre la comprensione di molti dei suoi contemporanei.
Come ogni inventore che cambia il mondo, Tesla era un uomo visionario e la sua carriera è andata più agevolmente quando ha potuto trasmettere questa visione ad altri pionieri. Nel 1893, la sua proposta di utilizzare la corrente alternata invece della corrente costante di Edison vinse il concorso per la copertura dell’Esposizione colombiana del mondo a Chicago (Chicago Worldwide Fair). Questo momento non solo è diventato un punto di svolta nella guerra tra tensione alternata e continua, ma ha anche permesso a Tesla di realizzare le sue idee più ambiziose, incluso il sogno d’infanzia di utilizzare l’energia delle Cascate del Niagara.

Anche dopo aver vinto il contratto Niagara, la maggior parte dei suoi sostenitori dubitava che la centrale idroelettrica di Tesla avrebbe funzionato. L’inventore era sicuro del contrario. Quando l’interruttore è stato acceso a mezzanotte del 16 novembre 1896, le luci sono state accese a Buffalo, a 34 chilometri da New York. Un paio di anni dopo, la stazione ha esteso la sua influenza a New York, che era a 644 chilometri da essa. Il sogno d’infanzia di Tesla si era avverato.

Tesla suggerì anche di controllare, o almeno di catalizzare, il tempo usando l’elettricità. Vide la possibilità di trasmettere energia mondiale e con essa informazioni: i primi scorci di un sistema di comunicazione wireless globale. Lo scienziato ha dichiarato all’investitore J.P. Morgan (JP Morgan): “Quando la rete wireless sarà completamente distribuita sulla Terra, si trasformerà in un enorme cervello, in grado di ricevere una risposta da ogni parte di essa” non so voi ma a me ricorda molto la descrizione attuale di internet.

Il raggio della morte

Avevamo in mente “un raggio che può abbattere aerei dal cielo per centinaia di chilometri e rendere la fanteria una giornata molto, molto brutta”.

Tra le nuvole di raccolta della seconda guerra mondiale, Tesla annunciò che stava progettando una nuova arma – il “raggio di pace” – che avrebbe potuto porre fine alla guerra. Ha visto nel suo dispositivo, che oggi conosciamo come un flusso di particelle cariche, qualcosa di simile a un “muro cinese”, un dispositivo antiguerra che proteggerebbe i confini nazionali. Ma i giornali hanno sbagliato tutto. Ecco, per esempio, il titolo che apparve sulla prima pagina del New York Times l’11 luglio 1934: “Tesla all’età di 78 anni concepì un nuovo” raggio della morte ” che “avrebbe fatto cadere milioni di eserciti sul loro cammino”. Cos’era quella invenzione?

Un’arma militare che accelera le particelle di mercurio a 48 volte la velocità del suono all’interno di una camera a vuoto e spara un raggio ad alta velocità attraverso l’aria aperta, con un’energia elevata che abbatterebbe una flotta di 10 mila aerei nemici in uno distanza di 400 Km.

Sebbene la stampa lo chiamasse il “raggio della morte”, Tesla lo considerò un “raggio di pace” che avrebbe potuto contrastare gli attacchi di aerei e invasori e salvare vite umane agendo come un invisibile muro cinese, ma di gran lunga più impenetrabile. Tesla si offrì volontario per il progetto della sua arma a fascio di particelle a numerosi governi, compresi gli Stati Uniti, ma l’unico paese che mostrò interesse fu l’Unione Sovietica, che condusse un test parziale nel 1939. Un altro grande personaggio che arrivò a costruire un sistema capace di generare il famigerato “raggio della morte” fu l’italiano Guglielmo Marconi. Testimone involontaria la moglie di Mussolini, che, nel suo libro “Mussolini Privato” descrive un importante esperimento condotto verso la fine del mese di Giugno 1936 sulla strada che da Roma conduceva ad Ostia.

Un’unità di misura


Tesla, come Karl Friedrich Gauss, ha lasciato il suo nome per il nome dell’unità di densità del flusso magnetico nell’International System of Units (SI). Tesla può anche essere considerata come un’unità di induzione magnetica. Un tempo, le correnti ad alta frequenza erano conosciute come correnti di Tesla.

Un Tesla equivale a un Weber per metro quadrato o 10.000 Gauss (il che significa che gli scienziati spesso usano Gauss per misurare i campi magnetici deboli, lasciando Tesla più forte e quelli usati nell’imaging a risonanza magnetica. Weber è un’unità di flusso magnetico che può essere considerato come la quantità di energia magnetica che fluisce attraverso una regione, ad esempio la superficie di un magnete.

Weber prese il nome in onore di William Edward Weber, un fisico tedesco noto per il suo lavoro nel campo del magnetismo terrestre e dell’invenzione del telegrafo elettromagnetico nel 1833.

Radio

Il lavoro dello scienziato in quest’area è stato dettato dal suo desiderio di trasmettere energia in modalità wireless, ovvero ciò che la radio è essenzialmente.

Tesla non solo registrò i primi brevetti radiofonici, ma tenne anche una conferenza nel 1893 (due anni prima che Marconi iniziasse a sperimentare la radio), durante la quale parlò di come funziona la trasmissione e dimostrò le comunicazioni radio. A metà del 1894, aveva costruito e iniziato a testare una piccola stazione radio portatile.

Come per il generatore di induzione e il trasformatore, Tesla si affidava al lavoro dei suoi predecessori, ma con una lungimiranza senza precedenti. James Clerk Maxwell ha suggerito l’esistenza di onde elettromagnetiche, Heinrich Hertz ha capito come trasmetterle, ma la bobina di Tesla e quattro circuiti risonanti Tesla per la trasmissione e la ricezione hanno reso la radio una realtà. I suoi brevetti descrivevano i metodi di base che usiamo ancora quando trasmettiamo e riceviamo segnali radio.

Tesla divenne un pioniere del radiocomando: brevettò questa idea l’8 novembre 1898 e la dimostrò al Madison Square Garden Electric Show nello stesso anno.

Laboratori segreti


Come ogni grande scienziato di qualsiasi Bond, ogni dio della scienza che si rispetti ha bisogno di un laboratorio segreto preferibilmente in qualche luogo nascosto e pieno di macchine pazze. Tesla ne aveva un paio.

Nel 1899, Tesla costruì un laboratorio a Colorado Springs per comprendere i segreti dell’alta tensione e dell’elettricità ad alta frequenza. In un esperimento, alberi metallici di 13 metri hanno inviato potenti impulsi elettrici a terra; in un altro, una bobina di Tesla ha sparato un arco di elettricità di 30,5 metri in tutta la stanza. Quest’ultimo ha rotto la dinamo della compagnia elettrica e ha fatto precipitare Colorado Springs nell’oscurità.

Mentre a Colorado Springs, Tesla ha dimostrato l’esistenza di onde terrestri stazionarie (con le quali la Terra potrebbe condurre energia a determinate frequenze elettriche) per illuminare 200 lampade a 40 chilometri da lì. Come sappiamo (diversamente dal film “Prestige”), Tesla non ha mai lavorato al teletrasporto di una persona.

In seguito Tesla costruì il suo secondo laboratorio segreto, il Wardencliff, più vicino alla sua casa di Manhattan. La fabbrica di Shoreham, Long Island, aveva una torre di trasmissione di 50 tonnellate e 57 metri, profonda 36,6 metri nel sottosuolo, con 16 tubi di ferro incassati a 91,4 metri nel terreno. Tesla progettò di trasferire energia attraverso il pianeta, usando le aste per “ottenere il controllo della Terra in modo che il globo diventasse un fremito”.

Un destino tragico

Tesla, ha combattuto in una battaglia ineguale con uomini d’affari ricchi e esperti: con Edison, che ha imbrattato il suo nome e ha rubato la sua fama; con Marconi, che lo derubò del mercato radiofonico e ricevette il premio Nobel per la tecnologia rubata; con l’industriale George Westinghouse, che costruì un impero sui suoi brevetti.

La lealtà di Tesla al suo primo amore, scienza e progresso, gli costò fama, fortuna e, come alcuni credono, sanità mentale. È probabile che dopo aver perso i finanziamenti di J.P.Morgan e, allo stesso tempo, i suoi sogni di Vordencliffe (torre Wireless), Tesla abbia avuto il suo primo esaurimento nervoso. “Questo non è un sogno”, ha detto. “È solo un’impresa di ingegneria elettrica scientifica in un mondo cieco, codardo e dubbioso.”

Ha elettrificato il mondo


il sistema di generatori, motori e trasformatori di Tesla alimenta l’industria globale, porta luce nelle nostre case e sta alla base dell’elettronica più moderna. Edison, sebbene fosse meglio conosciuto, ci ha lasciato solo sistemi a corrente continua, che oggi vengono utilizzati principalmente in batterie e accumulatori.

La corrente costante rendeva nervoso Edison, perché non riusciva a trovare un modo per trasmetterla a lunga distanza. Ha lottato per convertire la corrente alternata prodotta dalle sue dinamo in corrente continua. La soluzione di Edison includeva “interruttori”: spazzole che permettevano alla corrente di fluire in una sola direzione, ma creavano attriti inefficienti e richiedevano frequenti sostituzioni.

I generatori di Tesla non avevano bisogno di un approccio così goffo. Inoltre, il suo sistema innalzando la tensione per trasmettere la corrente su lunghe distanze, e quindi nuovamente abbassata per rendere possibile l’uso della corrente nelle case e nelle fabbriche.

Mentre Edison e altri hanno provato a lavorare con la corrente continua, Tesla ha fatto una rivoluzione aggiungendo un secondo circuito che avrebbe “alternato” la corrente in fase, creando un prototipo di un sistema multifase di successo.

Il trasformatore, come il generatore, è stato inventato da Michael Faraday, ma entrambi rimasero in una scatola profonda fino a quando Tesla ha liberato il loro potenziale e ha sfruttato l’elettricità trasformando il mondo come è ora.

10 Fatti poco noti della vita di Tesla

Nikola Tesla, si distingue non solo per la luminosità della sua mente, ma anche per alcune caratteristiche del suo personaggio e del suo stile di vita, spesso molto stravaganti.

Questo non è un insulto alla memoria di un grande uomo, ma solo una dichiarazione di fatto. Tra le altre persone del suo tempo, Tesla si distingue non solo per i suoi talenti scientifici e ingegneristici, ma anche per le abitudini personali, i riti e le credenze.

È possibile che se Tesla vivesse oggi, gli sarebbe stato diagnosticato un disturbo ossessivo-compulsivo o una sindrome simile, ma a quel tempo molte delle sue stranezze erano semplicemente attribuite al suo carattere originale o a una lieve malattia mentale.

Non tutto ciò che viene detto qui testimonia solo la stranezza dello scienziato. Qualcosa è un esempio della massima intelligenza e dedizione al lavoro, e alcuni è persino la prova dei sacrifici fatti da Tesla durante la sua eccezionale carriera.

10 fatti esposti di seguito determinarono il corso della vita quotidiana di Tesla, accompagnarono ogni suo atto e trasformarono Tesla nella persona che i suoi contemporanei conoscevano.

1. Un totale di tre

Tesla credeva nella magia del numero 3. Questa convinzione era nella natura di un’ossessione.

Dissero che Tesla andava spesso in giro per il perimetro tre volte prima di entrare nell’edificio e che ogni sera chiedeva di portare 18 tovaglioli (il numero è diviso per 3) per pulire l’argento e pulire i bicchieri.

La sua morte è avvenuta da sola 3 giorni prima del suo 87 ° compleanno nella stanza 3327 (numero diviso per 3) al 33 ° piano del New Yorker Hotel, dove ha vissuto negli ultimi anni.

2. Le persone importanti non dormono

Dicono che come Leonardo da Vinci, Tesla dormiva a singhiozzo, non più di due ore alla volta.

Tesla al lavoro nel suo laboratorio.

Tesla al lavoro in un laboratorio in Colorado.

Ha fatto il programma di lavoro in modo tale che spesso potesse essere osservato al tavolo dopo le 3 del mattino. Riposandosi, Tesla tornò di nuovo al lavoro. Dicono che una volta Tesla ha lavorato per 84 ore di seguito.

Non ottenendo ciò che può essere definito un normale riposo notturno, per sua stessa ammissione “cadde periodicamente in un sonno”.

3. Regina delle api

Tesla ha fatto molte previsioni sul nostro tempo, tra cui, in particolare, la comparsa di macchine volanti che sostituiranno le auto, ovviamente, la trasmissione di energia wireless e un cambiamento nello stato sociale delle donne.

Nel 1926, infatti, predisse lo scenario del film “Ape regina”, realizzato nel 1955, in cui, superando tutti gli ostacoli, le donne creano una società più razionale e perfetta.

La lotta delle donne per l’uguaglianza di genere si concluderà con l’avvento di un nuovo ordine, quando il ruolo dominante si sposta sul sesso femminile. “Una donna moderna, che inizia a livello subconscio a sentire l’inevitabilità di cambiamenti imminenti nel ruolo sociale del suo genere, è solo un segno superficiale di qualcosa di più profondo e più potente, che emerge nelle profondità della vita.”

“Una donna inizierà ad affermare la sua uguaglianza, e quindi la superiorità, non attraverso la meschina imitazione fisica di un uomo, ma attraverso il risveglio del suo intelletto.”

“Fin dall’inizio, per innumerevoli generazioni, la subordinazione sociale delle donne ha portato naturalmente a parziale atrofia, o almeno a un ritardo ereditario nello sviluppo di qualità mentali, che, come sappiamo ora, le donne dovrebbero essere dotate non meno degli uomini”.

Ma la mente femminile ha dimostrato la stessa capacità di acquisizione e realizzazione intellettuale di quella maschile. Man mano che le generazioni cambiano, la donna media raggiungerà il livello di istruzione dell’uomo medio, e quindi lo supererà, le capacità dormienti del suo cervello saranno stimolate all’attività, che dopo secoli di sonno sarà particolarmente intensa e potente. Ignorando i precedenti, le donne stupiranno la civiltà con il loro sviluppo. “

“La penetrazione delle donne in nuove aree di attività, il progressivo sequestro della leadership da parte loro avverrà in modo impercettibile, ma alla fine dissiperanno la vulnerabilità delle donne, soffocheranno l’istinto materno, in modo che il matrimonio e la maternità possano diventare disgustosi e la civiltà umana sarà sempre più forte avvicinarsi alla perfetta civiltà delle api “.

Tesla non aveva paura delle proprie previsioni sul futuro, le accettò, credendo che ciò avrebbe portato a un’organizzazione quasi perfetta della società attraverso la riproduzione selettiva e una riduzione del numero di persone senza valore.

4. Stile di vita sano

Tesla credeva, e molti esperti medici moderni sarebbero d’accordo, che un corpo sano rafforza la salute della mente. Pertanto, ogni giorno camminava per 16 Km e si manteneva sempre in gran forma.

La sera prima di andare a letto, Tesla completava le sue passeggiate con esercizi, ruotando i piedi di entrambe le gambe 100 volte. Era sicuro che in questo modo stimolasse il lavoro delle cellule cerebrali.

Negli ultimi anni della sua vita, Tesla è persino diventata vegetariana e ha mangiato solo latte, pane, miele e succhi vegetali, credendo che una tale dieta portasse grandi benefici alla sua salute.

5. L’aspetto è importante

Non meno della necessità di uno stile di vita sano, Tesla era convinta dell’importanza dell’aspetto, sia i suoi che i suoi dipendenti.

Sempre elegantemente vestito e ben curato, Tesla ha capito che il mondo accetta una persona in base al suo aspetto e che un aspetto perfetto aiuta ad aprire molte porte.

Tesla era così irremovibile nelle sue convinzioni che una volta licenziò la segretaria per essere in sovrappeso, e poté mandarne altri più volte a casa, costringendoli a vestire con gusto.

6. Voto del celibato

Tesla decise di vivere nel celibato. È vero, dicono che Tesla aveva donne che erano pronte a cadere ai suoi piedi, accecate dallo splendore della sua fama e dalla ricchezza che sorgeva periodicamente. Ma Tesla ha fatto la sua scelta, credendo che il sesso non contribuisca alla chiarezza del pensiero e che la castità portasse grandi benefici al suo lavoro scientifico.

Tesla con una donna sconosciuta.

Tuttavia, alla fine della sua vita, Tesla ha messo in dubbio la sua scelta, chiedendosi se avesse sacrificato troppo per il lavoro, abbandonando sua moglie.

7. Amore per i piccioni

Avendo deciso di stare lontano dalle donne e dal matrimonio, secondo alcune pubblicazioni Tesla amava moltissimo i piccioni.

Verso la fine della sua vita, Tesla andava ogni giorno al parco per dare da mangiare ai suoi favoriti. A volte, raccogliendo un uccello malato, lo portava in albergo e lo dava all’infermiera.

Sosteneva che una colomba bianca ferita gli si avvicinava ogni giorno nel parco. Tesla ha speso più di $ 2.000 per il suo trattamento, compresa la produzione di protesi speciali che riparano un’ala e una gamba rotte.

A Tesla sono attribuite le parole: “Per molti anni ho nutrito migliaia di piccioni. Ma tra loro c’era un bellissimo uccello, bianco come la neve con strisce grigio chiaro sulle ali, che era diverso da tutti. Era una donna. Non appena l’ho desiderato e l’ho chiamata, è subito entrata. Ho adorato questa colomba, come un uomo ama una donna, e lei ha amato me. Mentre ero con lei, c’era un obiettivo nella mia vita. “

8. Poliglotta

Gli ingegneri parlano la propria lingua, alla quale Tesla ne ha aggiunti altri otto. Parlava fluentemente serbo-croato, ceco, inglese, francese, tedesco, ungherese, italiano e latino.

Non esiste ancora un’opinione generalmente accettata su ciò che rende una persona in grado di apprendere e usare molte lingue. Secondo una teoria, aumenti dei livelli di testosterone mentre il feto è nell’utero può aumentare l’asimmetria cerebrale, aumentando la capacità di tale apprendimento. I sostenitori di altre teorie sono sicuri che acquisire la capacità di parlare le lingue non abbia nulla a che fare con tali fattori ed è semplicemente il risultato di un duro lavoro e di una motivazione adeguata, cioè è accessibile a qualsiasi adulto con un alto livello di intelligenza, e ancora di più Tesla.

9. Amici famosi

Tesla spesso rifiutava gli eventi sociali, preferendo la compagnia del suo lavoro a una festa. Ma, tuttavia, fece molti amici molto stretti, tra cui molti scrittori. Alcuni di loro sono diventati famosi in tutto il mondo.

Uno di questi scrittori era Mark Twain. Ciascuno dei futuri amici divenne fan delle opere di un altro molto prima di incontrarsi. È interessante notare che anche prima del primo incontro, Twain, la cui parola in quel momento valeva il suo peso in oro, ha caratterizzato l’invenzione di Tesla del motore a induzione come “il brevetto più prezioso dall’avvento del telefono”.

Mark Twain nel Laboratorio Tesla (Tesla sullo sfondo).

Tesla e Twain passarono molto tempo insieme. Quando Tesla ha parlato di un generatore meccanico che produce corrente alternata in grado di trovare applicazioni terapeutiche, Twain ha persino aiutato Tesla nelle sue prove.

10. Cose e stranezze inutili

Dicono che Tesla non abbia mai avuto i gioielli che disprezzava, considerandoli oggetti senza valore. E negli ultimi anni della sua vita, Tesla, come sembrava a molti, ha aggiunto perle alla lista degli oggetti del suo odio e si è disgustata di oggetti rotondi.

Inoltre, alla fine della sua vita, Tesla non poteva tollerare di toccarsi i capelli ed era molto timido nel stringere la mano.

Mentre l’eccentrico inventore ha aperto la strada ai progressi della radio, della televisione, dei motori, della robotica e dell’elettricità, compresa la tecnologia a corrente alternata oggi ampiamente utilizzata, ha proposto anche idee più stravaganti. Le seguenti sei visioni futuristiche di Nikola Tesla non sono ancora state realizzate, a causa di limiti tecnologici o di fattibilità del mercato.

La macchina dei terremoti

Nel 1893, Tesla brevettò un oscillatore meccanico a vapore che vibrava su e giù ad alta velocità per generare elettricità. Anni dopo aver brevettato la sua invenzione, disse ai giornalisti che un giorno, mentre cercava di adattare il suo oscillatore meccanico alla vibrazione dell’edificio che ospitava il suo laboratorio a New York, fece tremare il terreno. Durante il test, Tesla aumentò continuamente la potenza e udì dei suoni di crack. All’improvviso, tutti i macchinari pesanti del posto stavano volando in giro, ho afferrato un martello e rotto la macchina, l’edificio sarebbe crollato in pochi minuti. La polizia e le ambulanze arrivarono sulla scena per affrontare l’accaduto, ma Tesla disse ai suoi assistenti di dire alla polizia che doveva essere stato un terremoto.

La macchina fotografica dei pensieri

Tesla credeva che fosse possibile fotografare i pensieri. L’ispirazione arrivò mentre facevo esperimenti nel 1893. Tesla disse a un giornalista alcuni decenni dopo: Ero convinto che un’immagine definita nel pensiero deve, per azione riflessa, produrre un’immagine corrispondente nella retina, che può essere letta. L’inventore ha concepito la possibilità di riflettere un’immagine su una retina artificiale, scattare una fotografia e proiettare l’immagine su uno schermo. Se questo può essere fatto con successo, gli oggetti immaginati da una persona si rifletteranno chiaramente sullo schermo personalizzato che si formano e in questo modo puoi leggere ogni pensiero della persona. Le nostre menti sarebbero, infatti, come libri aperti

Maremoto artificiale

Nikola Tesla credeva che il potere della scienza potesse essere usato per prevenire azioni bellicose. Nel 1907, il New York World riferì su un’altra delle innovazioni militari di Tesla in cui la telegrafia senza fili avrebbe innescato la detonazione di esplosivi in alto mare per generare onde di marea così vaste da poter rovesciare intere flotte nemiche. Il giornale ha riferito che questo “tsunami artificiale”; renderebbe inutili le navi da guerra fino a trasformarle come le barchette di carta che fanno galleggiare i bambini nelle vasche da bagno.

Dirigibile supersonico elettrico

Dal momento che Tesla era un bambino, era affascinato dall’idea di volare. In un articolo pubblicato nel luglio 1919 sulla rivista Reconstruction Magazine, Tesla parlò del suo lavoro nello sviluppo di un aeroplano supersonico che avrebbe viaggiato otto miglia sopra la superficie della Terra e avrebbe generato velocità che avrebbero consentito ai passeggeri di viaggiare tra la città di New York e Londra in tre ore. Il concetto di Tesla richiedeva che l’aeromobile fosse guidato da energia elettrica trasmessa in modalità wireless dalle centrali elettriche a terra, eliminando la necessità per gli aerei di trasportare carburante. L’alimentazione è praticamente illimitata, dal momento che qualsiasi numero di centrali può essere azionato insieme, fornendo energia all’aereo, ha detto Tesla nell’articolo.

Energia elettrica in modalità wireless

Ma forse l’invenzione più famosa che non fu mai consolidata fu l’uso dell’energia ionosferica per fornire elettricità a tutte le case in modalità wireless

Nel 1901, Tesla ottenne un budget dal magnate JP Morgan per costruisce una torre a forma di fungo alta 185 piedi sulla costa nord di Long Island, in grado di trasmettere messaggi, telefonia e immagini alle navi nel mare e nell’Oceano Atlantico. Quando iniziò la costruzione della struttura conosciuta come Wardenclyffe Tower, Tesla voleva adattarlo per consentire l’erogazione di energia wireless, credendo nei suoi esperimenti in radio e microonde che potesse illuminare la città di New York, trasmettendo milioni di volt di elettricità attraverso l’aria. Morgan, tuttavia, ha rifiutato di concedere a Tesla ulteriori finanziamenti per il suo grande piano. Alcuni ipotizzano che Morgan abbia tagliato i fondi una volta capito che il piano di Tesla avrebbe paralizzato i suoi altri interessi nel settore energetico. Tesla abbandonò il progetto nel 1906 prima che potesse funzionare di nuovo e la Torre Wardenclyffe fu smantellata nel 1917. Indubbiamente, la mente di Nikola Tesla non aveva limiti per cercare di portare un beneficio all’umanità.

Tutti i documenti di Tesla furono confiscati dall’FBI dopo la sua morte !!

Tesla morì in silenzio il 7 gennaio 1943 alle 22:30 nella camera numero # 3327 al 33 ° piano dell ‘Hotel New Yorker a New York City. Dopo aver appreso della morte di Tesla, il 9 gennaio ,l’FBI ordinò all’US Office of Property Alien di raccogliere tutti gli effetti di Tesla. L’intera proprietà di Tesla dell’Hotel New Yorker, e di altri hotel di New York, fu trasporta al deposito di Manhattan. Il Dr. John G. Trump, un ingegnere elettrico insieme al comitato di ricerca e sviluppo scientifico della Difesa Nazionale , fu chiamato ad analizzare le voci di Tesla in custodia all’OAP.

John G. Trump (1907–1985).

Copie dei documenti di Tesla sul fascio di particelle furono inviate alla Base dell’ Air Force in Ohio. Venne data vita a una operazione col nome in codice di “Progetto Nick” che fu fortemente finanziata e posta sotto il comando del generale di brigata L. C. Craigie con lo scopo di verificare la fattibilità dei concetti di Tesla. I dettagli dello studio non sono mai stati pubblicati, e il progetto è stato apparentemente interrotto. Ma qualcosa di strano è successo. Alcune copie dei documenti di Tesla sono scomparse, e nessuno sa cosa è successo a loro. La giustificazione è che siano state perse durante gli spostamenti. Infatti grazie alla costante pressione di Sava Kosanović, nipote di Tesla e ambasciatore, l’intera proprietà di Tesla venne spedita a Belgrado. Tutti i documenti originali, migliaia di lettere, fotografie e la maggior parte delle invenzioni di Tesla tra cui la barca telecomandata, lampade fluorescenti senza fili, motori, turbine, ecc furono spediti in 80 bauli contrassegnati con la scritta N.T. L’FBI ha reso pubblici i loro files su Nikola Tesla

Volutamente non esprimo mie considerazioni, pur essendomi documentato ho l’impressione che tanti punti della questione siano poco chiari e pertanto espongo solamente i fatti documentabili.

Lascio a voi la scelta di documentarvi in modo chiaro e farvi una vostra idea non influenzata dalle mie personali convinzioni.

Riferimenti

Cheney, Margaret. Tesla, Man out of Time. Prentice-Hall, Inc., Englewood Cliffs, NJ, 1981.

Cheney, Margaret e Uth, Robert. Tesla, Master of Lightning. Barnes & Noble Books, New York, 1999.

Garbedian, Gordon H. George Westinghouse: inventore favoloso. Dodd, Mead & Co., New York, 1943.

Jones, Jill, Empires of Light. Edison, Tesla, Westinghouse e la corsa per elettrificare il mondo. Random House, New York, 2003.

O ‘Neill, John J. Prodigal Genius. La vita di Nikola Tesla. Ives Washburn, New York, 1944.

Seifer, Marc J. Wizard. La vita e i tempi di Nikola Tesla. Biografia di un genio. Carol Publishing Group, Secacaus, NJ, 1996.

Zaccaria, G. Pascal.Endless Frontier: Vannevar Bush, ingegnere del secolo americano. Simon & Schuster, New York, 1997.

VOTO
1 commento
  1. Avatar
    doktor dice:

    Complimenti bell articolo bravo davvero , è stato messo iin luce uno dei più grandi geni della storia umana
    Un Predestinato,informazioni che gli arrivavano costantemente da un universo molto piu evoluto di noi, al quale livello siamo compatiti ,come esseri in evoluzione ,ma al tempo stesso ancora allo satto arcaico ,rudimentale

    Approvazioni

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento