Risposte nei forum create

Stai visualizzando 8 post - dal 25 a 32 (di 49 totali)
  • Autore
    Post
  • in risposta a: Salve a tutti #1351
    A_X_CA_X_C
    Amministratore del forum

    Esistono diversi siti gratuiti in cui metti una foto o un disegno e ti restituiscono un link.
    Qui puoi tranquillamente inserire quei link e avrai la immagine nel post

    in risposta a: Salve a tutti #1349
    A_X_CA_X_C
    Amministratore del forum

    Considera innanzitutto che in quello schema manca una tensione supplementare di 12V
    Quella la puoi attendere con un piccolo trasformatore aggiuntivo se il tuo non dispone di quella uscita.
    Basta anche un 5VA per la funzione richiesta di pilotare i mosfet e alimentare gli operazionali.
    Discorso diverso è da fare per quanto non presente nello stampato o per lo meno non credo di averlo visto ad una prima occhiata.
    Gli elettrolitici di filtro dopo il ponte devono avere una capacità di almeno 1000uF per ampere sul carico e una tensione di lavoro di 100V

    in risposta a: Salve a tutti #1341
    A_X_CA_X_C
    Amministratore del forum

    Ad una occhiata approfondita devo riconoscere che lo schema proposto è geniale anche se incompleto
    Probabilmente lo stampato sarà corretto, non ho approfondito, mi sono fermato al 555 usato per generare una tensione negativa che non porta a nulla.
    Per esperienza presumo si tratti del ramo negativo della alimentazione degli operazioni.
    Geniale comunque l’uso di un ponte a onda intera per usare un mosfet al posto di un diodo sullo step down in uscita.
    Non avendo riferimenti diretti lo si potrebbe usare anche per tensioni maggiori con piccole modifiche nei partitori di regolazione.
    Rimane comunque il fatto che se vuoi un alimentatore serio da laboratorio devi per forza avere una regolazione lineare per non avere troppe interferenze in uscita.
    Dimmi tu che strada intendi percorrere

    in risposta a: Salve a tutti #1340
    A_X_CA_X_C
    Amministratore del forum

    Quello che suggerisci è valido ma io non userei mai un alimentatore a commutazione come strumento da laboratorio.
    Certamente un alimentatore che deve fornire 600W non è una passeggiata ma se vuoi una cosa valida devi prevedere una ampia dissipazione della Potenza nel caso di alta corrente e bassa tensione in uscita.

    in risposta a: Piccolo indicatore di carica #1329
    A_X_CA_X_C
    Amministratore del forum

    Non serve grande precisione è una indicazione di massima sulla stima presunta della durata residua
    Penso che occorra uno stabilizzatore 5V e un partitone che anche con la 4S dai una tensione accettabile in ingresso.
    Toccherà prevedere con lo stesso partitore la possibilità di uso con pacchi batterie diversi per renderlo universale.
    Avevo pensato ai valori 4k7 e 1k8 per il partitone
    In tal modo avresti lettura
    4098mV a 14,8V
    3074mV a 11,1V
    2326mV a 8,4V

    in risposta a: Piccolo indicatore di carica #1327
    A_X_CA_X_C
    Amministratore del forum

    Nota sui valori
    Ogni cella ha tensione nominale di 3,7V
    Risulta completamente scarica a 3V

    in risposta a: Piccolo indicatore di carica #1319
    A_X_CA_X_C
    Amministratore del forum

    Sì tratta di batterie lipo
    2S = 7,4V
    3S = 11,1V
    4S = 14,8V
    Sono batteria usate su apparecchi che necessitano di forti correnti e che siano portatili, droni o torce elettriche potenti ecc.

    in risposta a: Un cordiale saluto a tutti #1317
    A_X_CA_X_C
    Amministratore del forum

    Benvenuto siamo in pochi ancora visto che il sito è giovane ma col tempo cresceremo

Stai visualizzando 8 post - dal 25 a 32 (di 49 totali)
VOTO