Stai visualizzando 7 post - dal 9 a 15 (di 15 totali)
  • Autore
    Post
  • #1705
    Amilcare
    Amministratore del forum

    Per i disaccoppiamento esistono i MOC3021 o meglio MOC3041 con innesco al passaggio per lo zero a un prezzo accettabile.
    Il mio intento era la semplicità e la replicabilita in quanto Usa componenti assai comuni.
    Per la separazione dalla rete lo trovo un falso problema.
    Al momento tutto il circuito in uso è a tensione di rete e proporne uno isolato galvanicamente è come mettere un fiocco regalo su una scatola di cartone scassata.
    Tutto è possibile e le tue soluzioni ne sono la prova ma, a mio parere nello specifico caso non servono.

    #1706
    Just4Fun
    Partecipante

    …mettere un fiocco regalo su una scatola di cartone scassata…

    in effetti…

    …esistono i MOC3021 o meglio MOC3041…

    ottima “dritta”… non li conoscevo… tra l’altro costano pure poco… linkati tra le cose potenziamene utili… 🙂

    Tre osservazioni giusto come “brainstorrming” da bar…

    1. se ho ben capito il circuito funziona come un flip-flop RS in cui un pulsante accende ed un altro spegne. Non so se può andare bene lo stesso come sostituto di un passo-passo, che equivale ad un FF tipo T (ma a questo può rispondere solo “dalpiaz”);

    2. non ho idea della eventuale sensibilità a disturbi che diano luogo a “false” accensioni. Da “ragazzino” feci un circuito per accendere e spegnere una lampada da tavolo “a sfioramento” con un alimentatore tipo il tuo (avevo problemi di spazio perché il tutto doveva entrare nella base della lampada da tavolo, e non esistevano neanche gli switching…), e mi ricordo che ebbi inizialmente parecchi problemi per i disturbi dalla rete;

    3. il circuito sembra perfettamente simmetrico. Mi chiedo quale sia lo stato dopo una eventuale mancanza di tensione di rete.

    • Questa risposta è stata modificata 4 anni fa da Just4Fun.
    #1708
    Just4Fun
    Partecipante

    Gli MOC3041 mi stanno facendo venire un’idea “malsana” su una centralina computerizzata per presepi…

    No, no. Devo essere fedele al mio “plannimg” che prevede ora una scheda con FPGA.

    Certo però che computerizzare un presepe… 🙂

    • Questa risposta è stata modificata 4 anni fa da Just4Fun.
    #1710
    Amilcare
    Amministratore del forum

    Quel circuito ha la peculiarità di cambiare stato ad ogni pressione del pulsante
    I due pulsanti sono in parallelo.
    Se vuole uno stato specifico alla prima accensione occorre mettere un piccolo condensatore in parallelo ad una sola delle due resistenze da 100k usate attualmente solo per forzare a massa le basi non pilotate.
    Con la capacità una rimarrà a potenziale più basso dell’ altro dando la possibilità al restante di assumere una posizione dominante alla accensione

    #1711
    Just4Fun
    Partecipante

    Hai ragione mi era sfuggito…
    Allora direi che è perfetto così!

    PS: che SW usi per disegnare gli schemi? Non sembra il “solito” CAD…

    #1712
    Amilcare
    Amministratore del forum

    Uso fidocadj un cad estremamente semplice senza nessuna funzione aggiuntiva automatizzata
    Lo uso esclusivamente per disegni al volo
    Lavora in Java e dovrebbe essere integrabile col sito ma, l’autore del programma Davide Bucci non mi ha nemmeno preso in considerazione quando gli ho chiesto come fare per integrarlo qui.

    #1713
    Just4Fun
    Partecipante

    Grazie per la info…
    Avevo sentito parlare di Fidocadj, ma pensavo fosse il “solito” CAD, e siccome mi trovo bene con KiCad non lo avevo neanche provato.
    La grafica è molto adatta a corredare una pubblicazione… interessante… ed è pure “nativamente” multi-piattaforma.

Stai visualizzando 7 post - dal 9 a 15 (di 15 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.