#5503
AvatarIvo
Partecipante

Niente da fare, bruciato anche il terzo integrato, mi arrendo!

Ho scollegato tutti i relay, ho ricontrollato tutti gli altri collegamenti, i semiconduttori, le resistenze e i condensatori. Ho rifatto le saldature, controllate con lente a 8X. Ho controllato pin to pin eventuali corti sullo zoccolo vuoto dell’integrato e su altri componenti. Ho pulito la PCB con alcool e spazzolino e, dopo tutti questi controlli e scollegamenti l’integrato si brucia ugualmente. Mi è rimasto un solo integrato ma non lo sacrificherò, lo terrò come eventuale ricambio per il carica batteria funzionante con il relay Finder, non si sa mai. E pensare che di questi carica batteria ne ho costruiti 2 esemplari con i relay Finder senza mai bruciare un solo integrato.

Che ci sia qualcosa che non va è una certezza ma quel che è peggio è che l’incognita è talmente occulta che non la rilevo. Comunque, adesso, con un solo integrato superstite, trovo inutile cercare di risolvere il problema occulto che brucia l’integrato originale, sarei comunque intimorito a dare corrente al circuito, non mi fiderei.

Scusa Amilcare, ma se quello schema è corretto allora non riesco a capire come potranno funzionare le soglie, collegando il comando positivo del relay al positivo della batteria e del generatore di corrente, dove vedo collegata anche la commutazione in DC. Ovviamente non lo capisco per un mio limite. Non riesco a capirlo ma cercherò di ragionarci su, magari prima o poi riuscirò a capire. Ok sulla spiegazione dei LED.

Hai detto che quell’integrato si potrebbe clonare con altri componenti. Io non sono in grado di farlo in autonomia, soprattutto se devo far coincidere la zoccolatura attuale. Ovviamente non ho fretta e se riesci a clonarlo tu, magari rispettando la zoccolatura, proverei a realizzarlo con un pezzo di basetta mille fori.

Grazie ancora Amilcare e A_X_C, rimango in passiva attesa, salvo soluzione in extremis.