#5343
Amilcare
Amministratore del forum

Innanzitutto per evitare danni il pilotaggio degli SSR fallo tramite una resistenza compresa tra 1k5 e 2k7, quello che hai a disposizione al momento tanto gli SSR non sono schizzinosi. Non hai di certo commutazioni ripetute e rapide. Il tuo circuito è composto da due parti distinte, in alto hai il generatore di corrente e in basso hai lo integrato che pilota i relè. Fino a che il relè è spento la alimentazione del circuito avviene tramite lo Elettrolitico se non è presente la batteria e se presente tramite quest’ultima. Una volta attivato il relè sia meccanico che statico (non ci sono sostanziali differenze) la alimentazione è prelevata dal generatore di corrente. Se non è presente una batteria da caricare la tensione carica istantaneamente C5 e stacca il relè e così rimane fino a che lo integrato con la sua corrente di mantenimento scarica sotto la soglia minima C5 e in questo caso si riattiva il relè per una frazione di secondo per poi ritornare in attesa. Non farti influenzare dalla sensibilità, il relè una volta innescato si autoalimenta col generatore di corrente. Puoi aumentare C5 da 100uF a 1000uF per allungare il tempo tra una attivazione e la successiva.
Per il circuito ora sono al cellulare e non riesco a vedere bene. Più tardi vedo al PC e ti so dire.